Avvallimento - accordo ex art. 15 L. 241/90

Avvallimento - accordo ex art. 15 L. 241/90

Messaggioda SOLVECOAGULA » 29/06/2020, 22:11

Gentili colleghi

Necessito di un'opinione sui profili di legittimità nel seguente caso.

Alcuni Sindaci di altrettanti Comuni hanno sottoscritto un accordo ex art. 15 L. 241/90 con un altro Ente territoriale X - non un Comune - che prevedeva, a favore dell'Ente X, l'avvalimento degli uffici e dell'operato del personale dei Comuni sottoscriventi.

Queste le mie perplessità:
1) L'accordo sull'avvalimento non prevedeva alcun riconoscimento finanziario/economico ai Comuni. Un articolo dell'accordo prevedeva che X avrebbe riconosciuto qualcosa solo se X stesso lo avesse previsto in bilancio. In altre parole, un avvalimento gratuito, salvo gentile concessione.

2) L'accordo sottoscritto sarà pure stato vincolante in quanto sottoscritto dai Sindaci, legali rappresentanti degli enti, ma i Sindaci lo hanno sottoscritto in totale mancanza di autorizzazione/delega da parte degli organi comunali e non v'è chi non veda che l'organizzazione degli uffici comunali, sicuramente toccata dall'accordo, è di competenza delle Giunte dei Comuni avvalsi.... ma non v'è traccia di atti delle Giunte che esprimano un'autorizzazione al singolo Sindaco in merito all'utilizzo dei propri uffici/personale da parte dell'Ente X.
Secondo voi il singolo Sindaco ha operato con incompetenza solo relativa e quindi annullabilità? O c'è un vizio che potrebbe determinare la nullità?

3) Secondo me il tutto si inserisce in un ambito di totale mancanza di interesse pubblico per i Comuni di sottoscrivere l'accordo per far beneficiare il solo Ente X del bene ceduto (gli uffici e l'operato del personale dei Comuni). L'art. 15 L. 241/90 presuppone l'interesse comune (!) di chi sottoscrive l'accordo, mentre l'accordo è stato di totale sudditanza a X.

4) Aggiungo solo che per una norma di legge specifica era proprio X che invece avrebbe dovuto fornire con i propri mezzi e le proprie strutture le prestazioni ai Comuni... che ha invece utilizzato (o meglio: di cui si è avvalso), bontà dei Sindaci, per dare un servizio ai Comuni, dovuto in realtà per legge agli stessi, che in buona sostanza, attraverso questo giro ... se lo son fatto da soli.

Dopo aver riso di tale amenità, potreste darmi un'opinione sul caso?
Grazie.
SOLVECOAGULA
 
Messaggi: 435
Iscritto il: 11/02/2016, 12:17

Torna a Segretari comunali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

Paolo Gros

Funzionario di un ente comunale. Tra gli ideatori e gestori del blog “Gli enti locali – Paolo Gros, Lucio Guerra e Marco Lombardi on web”.  Scarica CV >

Lucio Guerra

Responsabile Servizi Associati di una Unione Montana di Comuni. Tra i gestori e moderatori del forum “Gli enti locali – Paolo Gros, Lucio Guerra e Marco Lombardi on web”.  Scarica CV >

Marco Sigaudo

Opera nel settore della PA da oltre 15 anni, l’esperienza acquisita è confluita all’interno di Studio Sigaudo s.r.l. tramite la quale è in grado di offrire servizi ad ampio spettro all’Ente.  Scarica CV >