Congedo parentale “coronavirus”

Congedo parentale “coronavirus”

Messaggioda situation » 06/05/2020, 11:51

Buongiorno a tutti alla luce dei decreti che dovrebbero uscire riguardanti l’ampliamento del congedo parentale a 30 giorni per bambini inferiori ai 12 anni e retribuito al 50%, Sono a chiedervi se secondo voi questa tipologia di congedi necessitano di autorizzazione da parte del responsabile P.O. del rispettivo settore? .. O se come in materia di congedi parentali ordinari sono semplicemente su richiesta del dipendente stesso entro una determinata tempistica?
Grazie
Avatar utente
situation
 
Messaggi: 294
Iscritto il: 14/01/2015, 13:19

Re: Congedo parentale “coronavirus”

Messaggioda an.bal » 06/05/2020, 11:57

stessa modalità di fruizione
an.bal
 
Messaggi: 1351
Iscritto il: 05/01/2015, 12:40

Re: Congedo parentale “coronavirus”

Messaggioda tributi75 » 13/05/2020, 22:09

Buonasera, lavoro in un comune dove dal 4 maggio con ordine di servizio il segretario comunale ha fatto rientrare tutti i dipendenti in servizio a tempo pieno 5 giorni su 5.
Considerato che ho due figli minorenni, presumo che la concessione dello smart working sia dovuta: ma qualora non mi venisse concesso, posso utilizzare il congedo parentale al 50%? Mi pare di aver intuito dal Decreto Rilancio che sia confermato solo per i dipendenti del settore privato, in quanto per il pubblico è confermato il ricorso allo smart working...
Il congedo parentale non è subordinato ad alcuna approvazione da parte dell'amministrazione, lo smart working sì...e la mia amministrazione non vuole concederlo!
Grazie a chi potrà aiutarmi.
tributi75
 
Messaggi: 58
Iscritto il: 13/01/2015, 15:35

Re: Congedo parentale “coronavirus”

Messaggioda tributi75 » 13/05/2020, 22:25

tributi75 ha scritto:Buonasera, lavoro in un comune dove dal 4 maggio con ordine di servizio il segretario comunale ha fatto rientrare tutti i dipendenti in servizio a tempo pieno 5 giorni su 5.
Considerato che ho due figli minorenni, presumo che la concessione dello smart working sia dovuta: ma qualora non mi venisse concesso, posso utilizzare il congedo parentale al 50%? Mi pare di aver intuito dal Decreto Rilancio che sia confermato solo per i dipendenti del settore privato, in quanto per il pubblico è confermato il ricorso allo smart working...
Il congedo parentale non è subordinato ad alcuna approvazione da parte dell'amministrazione, lo smart working sì...e la mia amministrazione non vuole concederlo!
Grazie a chi potrà aiutarmi.

dimenticavo: nel periodo emergenziale i dipendenti si sono alternati: chi in ufficio e chi in smart working, non mancando mai di presenziare in ufficio!
tributi75
 
Messaggi: 58
Iscritto il: 13/01/2015, 15:35

Re: Congedo parentale “coronavirus”

Messaggioda Mgiorgio » 14/05/2020, 11:59

tributi75 ha scritto:Buonasera, lavoro in un comune dove dal 4 maggio con ordine di servizio il segretario comunale ha fatto rientrare tutti i dipendenti in servizio a tempo pieno 5 giorni su 5.
Considerato che ho due figli minorenni, presumo che la concessione dello smart working sia dovuta: ma qualora non mi venisse concesso, posso utilizzare il congedo parentale al 50%? Mi pare di aver intuito dal Decreto Rilancio che sia confermato solo per i dipendenti del settore privato, in quanto per il pubblico è confermato il ricorso allo smart working...
Il congedo parentale non è subordinato ad alcuna approvazione da parte dell'amministrazione, lo smart working sì...e la mia amministrazione non vuole concederlo!
Grazie a chi potrà aiutarmi.


La bozza del decreto sembrerebbe aver modificato l'art. 23 del cura Italia per il privato, con l'estensione a 30 gg del congedo... ma di rinvio dovrebbe essere applicabile anche per il pubblico, visto che l'art. 25 del cura Italia rinvia espressamente all'art. 23 che è stato modificato.
Mgiorgio
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 18/09/2019, 12:39

Re: Congedo parentale “coronavirus”

Messaggioda tributi75 » 14/05/2020, 12:29

Mgiorgio ha scritto:
tributi75 ha scritto:Buonasera, lavoro in un comune dove dal 4 maggio con ordine di servizio il segretario comunale ha fatto rientrare tutti i dipendenti in servizio a tempo pieno 5 giorni su 5.
Considerato che ho due figli minorenni, presumo che la concessione dello smart working sia dovuta: ma qualora non mi venisse concesso, posso utilizzare il congedo parentale al 50%? Mi pare di aver intuito dal Decreto Rilancio che sia confermato solo per i dipendenti del settore privato, in quanto per il pubblico è confermato il ricorso allo smart working...
Il congedo parentale non è subordinato ad alcuna approvazione da parte dell'amministrazione, lo smart working sì...e la mia amministrazione non vuole concederlo!
Grazie a chi potrà aiutarmi.


La bozza del decreto sembrerebbe aver modificato l'art. 23 del cura Italia per il privato, con l'estensione a 30 gg del congedo... ma di rinvio dovrebbe essere applicabile anche per il pubblico, visto che l'art. 25 del cura Italia rinvia espressamente all'art. 23 che è stato modificato.


Pertanto potrei iniziare a chiedere di lavorare in smart working: qualora non mi fosse concesso (per iscritto!) richiedo il congedo parentale al 50% adducendo quanto indicatomi.
Spero che questo "rinvio" al pubblico venga meglio chiarito...altrimenti poveri noi!
Grazie di nuovo
tributi75
 
Messaggi: 58
Iscritto il: 13/01/2015, 15:35


Torna a Personale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 5 ospiti

Paolo Gros

Funzionario di un ente comunale. Tra gli ideatori e gestori del blog “Gli enti locali – Paolo Gros, Lucio Guerra e Marco Lombardi on web”.  Scarica CV >

Lucio Guerra

Responsabile Servizi Associati di una Unione Montana di Comuni. Tra i gestori e moderatori del forum “Gli enti locali – Paolo Gros, Lucio Guerra e Marco Lombardi on web”.  Scarica CV >

Marco Sigaudo

Opera nel settore della PA da oltre 15 anni, l’esperienza acquisita è confluita all’interno di Studio Sigaudo s.r.l. tramite la quale è in grado di offrire servizi ad ampio spettro all’Ente.  Scarica CV >

cron