Sono un novellino - dubbi sulla contabilità finanziaria

Sono un novellino - dubbi sulla contabilità finanziaria

Messaggioda Gerard » 20/05/2020, 11:23

Buongiorno,
sono un novellino, abituato a ragionare sulla contabilità economico-patrimoniale delle imprese e mi trovo in grave difficoltà a capire la contabilità finanziaria degli enti locali.
Vi chiedo, se potete, di darmi alcune "Dritte".
Sto analizzando una delibera di giunta in cui i dati sono i seguenti.
- un privato ha dato al comune 3.000 € per fronteggiare l'emergenza covid
- il comune ha aderito a quanto stabilito dall'articolo 112 del Cura italia e quindi posticiperà al 2021 il pagamento di 11.000 euro di quota capitale dei mutui, utilizzandoli per fronteggiare l'emergenza sanitaria in corso

Vedo nella delibera che è stato definito quanto segue, per il 2020.

ENTRATA
- variazione in aumento sia di cassa che di competenza, pari a 3.000 € e qui credo di aver capito, nel senso che sia per cassa che per competenza del 2020 sono stati incassati 3.000 euro

SPESA
- variazione in diminuzione di 11.000 €, sia per cassa che per competenza ed anche qui credo di aver capito, perché non si spenderanno più gli 11.000 € per la quota capitale dei mutui

- NON CAPISCO perché ci sia nella spesa anche una variazione in aumento di 14.000 €, sia per cassa che per competenza. So che 11.000 €, che non verranno spesi per i mutui, dovranno essere spesi per fronteggiare l'emergenza sanitaria, ma i 3.000 che ha regalato un privato perché vanno ad aumentarmi la spesa?

Sappiate che il vostro aiuto sarà graditissimo.
Gerard
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 21/08/2018, 10:22

Re: Sono un novellino - dubbi sulla contabilità finanziaria

Messaggioda decima » 20/05/2020, 11:57

perchè i 3.000,00 euro donati per essere spesi devono essere previsti in uscita. Su quel capitolo di spesa potrai spendere i 3.000,00 donati per ciò che verrà deciso
decima
 
Messaggi: 486
Iscritto il: 02/01/2015, 14:05

Re: Sono un novellino - dubbi sulla contabilità finanziaria

Messaggioda mimmoaracri » 20/05/2020, 12:20

devi istituire un capitolo di spesa di € 3.000,00.
Il bilancio deve comunque pareggiare: aumento di entrata € 3.000,00 + diminuzione di spesa € 11.000,00 = 14.000,00
aumento di spesa = 14.000,00
mimmoaracri
 
Messaggi: 17
Iscritto il: 18/06/2015, 8:17

Re: Sono un novellino - dubbi sulla contabilità finanziaria

Messaggioda ginepri » 21/05/2020, 17:00

Secondo me sei un amministratore. ..altrimenti. ..ne hai di studio da fare.
ginepri
 
Messaggi: 16
Iscritto il: 10/06/2015, 10:01

Re: Sono un novellino - dubbi sulla contabilità finanziaria

Messaggioda PINCOPALLO » 21/05/2020, 17:23

ginepri ha scritto:Secondo me sei un amministratore. ..altrimenti. ..ne hai di studio da fare.

Condivido ......
PINCOPALLO
 
Messaggi: 671
Iscritto il: 29/12/2014, 19:20

Re: Sono un novellino - dubbi sulla contabilità finanziaria

Messaggioda kicerog » 21/05/2020, 19:51

ginepri ha scritto:Secondo me sei un amministratore. ..altrimenti. ..ne hai di studio da fare.

:lol: :lol: :lol:
Gianni Cicerone
kicerog
 
Messaggi: 570
Iscritto il: 02/01/2015, 17:04

Re: Sono un novellino - dubbi sulla contabilità finanziaria

Messaggioda SOLVECOAGULA » 21/05/2020, 20:25

Gerard ha scritto:Buongiorno,
sono un novellino, abituato a ragionare sulla contabilità economico-patrimoniale delle imprese e mi trovo in grave difficoltà a capire la contabilità finanziaria degli enti locali.
Vi chiedo, se potete, di darmi alcune "Dritte".
Sto analizzando una delibera di giunta in cui i dati sono i seguenti.
- un privato ha dato al comune 3.000 € per fronteggiare l'emergenza covid
- il comune ha aderito a quanto stabilito dall'articolo 112 del Cura italia e quindi posticiperà al 2021 il pagamento di 11.000 euro di quota capitale dei mutui, utilizzandoli per fronteggiare l'emergenza sanitaria in corso

Vedo nella delibera che è stato definito quanto segue, per il 2020.

ENTRATA
- variazione in aumento sia di cassa che di competenza, pari a 3.000 € e qui credo di aver capito, nel senso che sia per cassa che per competenza del 2020 sono stati incassati 3.000 euro

SPESA
- variazione in diminuzione di 11.000 €, sia per cassa che per competenza ed anche qui credo di aver capito, perché non si spenderanno più gli 11.000 € per la quota capitale dei mutui

- NON CAPISCO perché ci sia nella spesa anche una variazione in aumento di 14.000 €, sia per cassa che per competenza. So che 11.000 €, che non verranno spesi per i mutui, dovranno essere spesi per fronteggiare l'emergenza sanitaria, ma i 3.000 che ha regalato un privato perché vanno ad aumentarmi la spesa?

Sappiate che il vostro aiuto sarà graditissimo.


A prescindere dal fatto che gli importi cambiano a seconda del macroinsieme di bilancio che stai guardando, presupponiamo per comodità che tu stia guardando un prospetto per capitoli.

Partiamo dal fatto che una variazione è in equilibrio se:
Maggiori entrate + minori spese - minori entrate - maggiori spese = 0

Entrata + 3000; pacifico. Lo stanziamento deve accogliere l'entrata del privato.
Ora, se tu non li fai anche uscire attraverso un capitolo, non puoi spenderli. Pertanto li devi stanziare su un capitolo in parte Spesa, pertanto:
Spesa + 3000

E fin qua vedi anche tu che sei in equilibrio.
Maggiore entrata - maggiore spesa = 0


Poi.
La spesa si riduce per minore quota capitale di mutui da pagare, dunque:
Spesa: - 11.000

Ora, o riduci un'entrata, o aumenti una spesa per 11.000, altrimenti non sei in equilibrio per lo stesso importo.

La variazione nella tua delibera è dunque così strutturata:
Maggiore entrata 3000 + minore spesa 11.000 - minore entrata (nel tuo caso nulla!) - maggiore spesa 14.000 = 0
SOLVECOAGULA
 
Messaggi: 427
Iscritto il: 11/02/2016, 12:17


Torna a Finanziario

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti

Paolo Gros

Funzionario di un ente comunale. Tra gli ideatori e gestori del blog “Gli enti locali – Paolo Gros, Lucio Guerra e Marco Lombardi on web”.  Scarica CV >

Lucio Guerra

Responsabile Servizi Associati di una Unione Montana di Comuni. Tra i gestori e moderatori del forum “Gli enti locali – Paolo Gros, Lucio Guerra e Marco Lombardi on web”.  Scarica CV >

Marco Sigaudo

Opera nel settore della PA da oltre 15 anni, l’esperienza acquisita è confluita all’interno di Studio Sigaudo s.r.l. tramite la quale è in grado di offrire servizi ad ampio spettro all’Ente.  Scarica CV >