Calcolo pensione sistema misto

Calcolo pensione sistema misto

Messaggioda enziano » 02/12/2017, 11:16

Il vecchio programma PensioniS7, il software dell'Inpdap che ha preceduto Passsweb, aggiornando tutti gli indici e tabelle (cosa che ho fatto) è ancora un applicativo valido e fornisce, sostanzialmente, gli stessi risultati della piattaforma Inps.
Qualche giorno fa, ho effettuato una simulazione di pensione di un dipendente che sarà collocato a riposo per limiti di età alla fine del prossimo anno, è una pensione calcolata col sistema misto, in quanto lo stesso dipendente è stato assunto nel 1993 e non ha, allo stato, nessun altro servizio antecedente, e, infatti, il programma S7 produce un foglio di calcolo col sistema sistema misto, ma azzera la prima quota di pensione, relativa alla contribuzione prima del 1992, la seconda quota, relativa ai servizi dal 1993 al 1995, e valuta soltanto al terza quota, la quota contributiva dal 1996 alla data di cessazione, con un importo finale, ovviamente, limitato.
Il dipendente è, in realtà, in possesso di contribuzione Inps (privati) prima del 1992, pari a 6 mesi, che potrebbe essere valorizzata con una domanda di ricongiunzione ex art. 2 L. 29/79 (a cui, tra l'altro, si sta pensando), quindi, ho rifatto la simulazione inserendo il periodo ante 1992 e il programma, in questo modo, quantifica anche la prima quota di pensione con un significativo incremento dell'importo pensionistico complessivo.
E' corretto il calcolo? In pratica non avere contribuzione prima del 1992, in regime di pensione mista, è così penalizzante?
enziano
 
Messaggi: 132
Iscritto il: 08/01/2015, 12:40

Re: Calcolo pensione sistema misto

Messaggioda Lino Di Lorenzo » 04/12/2017, 14:02

enziano ha scritto:Il vecchio programma PensioniS7, il software dell'Inpdap che ha preceduto Passsweb, aggiornando tutti gli indici e tabelle (cosa che ho fatto) è ancora un applicativo valido e fornisce, sostanzialmente, gli stessi risultati della piattaforma Inps.
Qualche giorno fa, ho effettuato una simulazione di pensione di un dipendente che sarà collocato a riposo per limiti di età alla fine del prossimo anno, è una pensione calcolata col sistema misto, in quanto lo stesso dipendente è stato assunto nel 1993 e non ha, allo stato, nessun altro servizio antecedente, e, infatti, il programma S7 produce un foglio di calcolo col sistema sistema misto, ma azzera la prima quota di pensione, relativa alla contribuzione prima del 1992, la seconda quota, relativa ai servizi dal 1993 al 1995, e valuta soltanto al terza quota, la quota contributiva dal 1996 alla data di cessazione, con un importo finale, ovviamente, limitato.
Il dipendente è, in realtà, in possesso di contribuzione Inps (privati) prima del 1992, pari a 6 mesi, che potrebbe essere valorizzata con una domanda di ricongiunzione ex art. 2 L. 29/79 (a cui, tra l'altro, si sta pensando), quindi, ho rifatto la simulazione inserendo il periodo ante 1992 e il programma, in questo modo, quantifica anche la prima quota di pensione con un significativo incremento dell'importo pensionistico complessivo.
E' corretto il calcolo? In pratica non avere contribuzione prima del 1992, in regime di pensione mista, è così penalizzante?


Anche io ho fatto delle simulazioni e ho visto che il vecchio S7 non è più preciso. Sono troppe le variabili e i mancati aggiornamenti lo rendono, secondo me, ormai poco attendibile. D'altra parte la procedura "Calcolo quote di pensione", sita nell'Area riservata agli Enti, per dare un calcolo serio (che comunque devo ancora verificare con il prossimo pensionamento di cui mi occuperò) vuole l'inserimento di tutti i dati, completi di Ultimo Miglio e Anticipo DMA e quindi è utile solo per i dipendenti ormai (molto) prossimi al pensionamento. Da diverso tempo l'INPS ha annunciato che presto anche i dipendenti pubblici potranno avere la possibilità di simulare il calcolo della propria pensione con una apposita procedura sul sito ufficiale. Vedremo.
Buon lavoro.
Lino Di Lorenzo
 
Messaggi: 218
Iscritto il: 03/01/2015, 0:11

Re: Calcolo pensione sistema misto

Messaggioda enziano » 04/12/2017, 16:28

Ti ringrazio per la risposta.
Le simulazioni le ho fatte aggiornado tabelle, indici e coefficienti del programma S7, uguali a quelli che usa attualmente l'Inps, ed ho confrontato i risultati dei pensionamenti, già effettuati, con Passweb, sia con la procedura "Calcola quote di pensione", sia con i provvedimenti finali di pensione emessi, e sono identici a quelli simulati con S7 così aggiornato.
Il problema è proprio questo: S7 in mancanza di servizi ante 1992 non valorizza nessun coefficiente, per cui, nella determinazione della prima quota di pensione, data matematicamente dal prodotto della retribuzione fissa e continua in godimento alla cessazione per il coefficiente servizio utile maturato al '92, dà, ovviamente, come risultato 0 (zero).
In realtà, per la determinazione della suddetta prima quota pensionistica, nel caso, come questo, degli enti locali, la tabella A della L. 965/1965 quantifica, comunque, un coefficiente 0,23865 anche con nessun servizio prima del 31/12/1992, fermo restando il regime di pensione mista con meno di 18 anni al 31/12/1995.
La domanda è appunto: Passweb, cioè l'Inps, opera allo modo di S7, ovvero nessun servizio = coefficiente 0 e prima quota nulla, oppure il suddetto coefficiente può, ai sensi di legge, essere utilizzato nella determinazione della stessa prima quota di pensione e avere, in ogni caso, un risultato positivo?
enziano
 
Messaggi: 132
Iscritto il: 08/01/2015, 12:40

Re: Calcolo pensione sistema misto

Messaggioda Lino Di Lorenzo » 05/12/2017, 10:12

Quanto tu dici è molto interessante. Secondo me il mancato aggiornamento (o abbandono) dell'S7 lo renderà sempre più inaffidabile. Non tanto per quanto riguarda i coefficienti, che tu hai avuto la pazienza di aggiornare, ma nella struttura stessa della procedura; mi riferisco alla parte riguardante i requisiti di età o di servizio (l'S7 parla ancora dei 65 anni e dei 40 anni, rispettivamente). Probabilmente il progredire delle anzianità dei dipendenti, ormai non possono essere più gestiti dal vecchio programma. Per quanto riguarda l'attuale modalità di calcolo, la base dati è quella certificata in Passweb. Tanto è vero che se non inserisci tutti i periodi completi in Nuova Passweb, l'Anticipo DMA e soprattutto per quanto riguarda la Quota A, l'Ultimo Miglio, il calcolo che ne viene fuori non è attendibile. Come ti dicevo prima, sappiamo che siamo in una fase di transizione che dovrebbe portare ad una nuova procedura di simulazione della pensione futura.
Saluti.
Lino Di Lorenzo
 
Messaggi: 218
Iscritto il: 03/01/2015, 0:11

Re: Calcolo pensione sistema misto

Messaggioda ciprovoacapire » 06/12/2017, 10:32

enziano ha scritto:Ti ringrazio per la risposta.
Le simulazioni le ho fatte aggiornado tabelle, indici e coefficienti del programma S7, uguali a quelli che usa attualmente l'Inps, ed ho confrontato i risultati dei pensionamenti, già effettuati, con Passweb, sia con la procedura "Calcola quote di pensione", sia con i provvedimenti finali di pensione emessi, e sono identici a quelli simulati con S7 così aggiornato.
Il problema è proprio questo: S7 in mancanza di servizi ante 1992 non valorizza nessun coefficiente, per cui, nella determinazione della prima quota di pensione, data matematicamente dal prodotto della retribuzione fissa e continua in godimento alla cessazione per il coefficiente servizio utile maturato al '92, dà, ovviamente, come risultato 0 (zero).
In realtà, per la determinazione della suddetta prima quota pensionistica, nel caso, come questo, degli enti locali, la tabella A della L. 965/1965 quantifica, comunque, un coefficiente 0,23865 anche con nessun servizio prima del 31/12/1992, fermo restando il regime di pensione mista con meno di 18 anni al 31/12/1995.
La domanda è appunto: Passweb, cioè l'Inps, opera allo modo di S7, ovvero nessun servizio = coefficiente 0 e prima quota nulla, oppure il suddetto coefficiente può, ai sensi di legge, essere utilizzato nella determinazione della stessa prima quota di pensione e avere, in ogni caso, un risultato positivo?


Sarò duro io ma secondo me è corretto che valorizzi 0, se non ha servizi ante 93... è 0 Altrimenti anche io che sono entrato nel 2000 chiedo che mi venga calcolata la quota "A"... 0,23 e spiccioli ti viene attribuito correttamente ai sensi della normativa vigente, se hai almeno un giorno di servizio, o meglio di contributi, ante 1993 nella cassa Cpdel.
ciprovoacapire
 
Messaggi: 308
Iscritto il: 04/09/2015, 13:14

Re: Calcolo pensione sistema misto

Messaggioda Lino Di Lorenzo » 06/12/2017, 11:33

ciprovoacapire ha scritto:
enziano ha scritto:Ti ringrazio per la risposta.
Le simulazioni le ho fatte aggiornado tabelle, indici e coefficienti del programma S7, uguali a quelli che usa attualmente l'Inps, ed ho confrontato i risultati dei pensionamenti, già effettuati, con Passweb, sia con la procedura "Calcola quote di pensione", sia con i provvedimenti finali di pensione emessi, e sono identici a quelli simulati con S7 così aggiornato.
Il problema è proprio questo: S7 in mancanza di servizi ante 1992 non valorizza nessun coefficiente, per cui, nella determinazione della prima quota di pensione, data matematicamente dal prodotto della retribuzione fissa e continua in godimento alla cessazione per il coefficiente servizio utile maturato al '92, dà, ovviamente, come risultato 0 (zero).
In realtà, per la determinazione della suddetta prima quota pensionistica, nel caso, come questo, degli enti locali, la tabella A della L. 965/1965 quantifica, comunque, un coefficiente 0,23865 anche con nessun servizio prima del 31/12/1992, fermo restando il regime di pensione mista con meno di 18 anni al 31/12/1995.
La domanda è appunto: Passweb, cioè l'Inps, opera allo modo di S7, ovvero nessun servizio = coefficiente 0 e prima quota nulla, oppure il suddetto coefficiente può, ai sensi di legge, essere utilizzato nella determinazione della stessa prima quota di pensione e avere, in ogni caso, un risultato positivo?


Sarò duro io ma secondo me è corretto che valorizzi 0, se non ha servizi ante 93... è 0 Altrimenti anche io che sono entrato nel 2000 chiedo che mi venga calcolata la quota "A"... 0,23 e spiccioli ti viene attribuito correttamente ai sensi della normativa vigente, se hai almeno un giorno di servizio, o meglio di contributi, ante 1993 nella cassa Cpdel.

Anch'io la penso così. Il prodotto per zero da zero. Se non ci sono servizi ante 1992 non può esistere la quota A, che è destinata a valorizzare i servizi più antichi moltiplicandoli per l'ultimo anno di retribuzione (Ultimo Miglio), cioè quello che dovrebbe essere il più consistente della nostra carriera.
Lino Di Lorenzo
 
Messaggi: 218
Iscritto il: 03/01/2015, 0:11

Re: Calcolo pensione sistema misto

Messaggioda enziano » 07/12/2017, 13:04

Io ho fatto un'altra simulazione, sia con S7 che con altro programma (di una software house del settore), e il risultato cambia.

Per i servizi ante 92 i due programmi attribuiscono coefficiente 0 (zero), mentre il coefficiente del periodo 1993/1995, ( che è sussistente, in quanto l'assunzione avviene nel 1993) viene quantificato e operando la differenza di questo valore con il valore nullo del coefficiente pre 1992 risulta invariato il suddetto coefficiente 93/95 (che non subirebbe aritmeticamente riduzione).

Dopodiché i due applicativi procedono al calcolo di quella che è (o dovrebbe essere) la seconda quota di pensione, data dal prodotto della retribuzione media pensionabile (dal 1993 alla data di cessazione) con il coefficiente così trovato, con un importo che sarebbe superiore alla ipotetica prima quota di pensione ante92 (perché la retribuzione media, valutando tutte le somme effettivamente percepite, ivi comprese quelle accessorie, finisce per essere maggiore alla retribuzione fissa e continuativa, utilizzata, appunto, per la determinazione della prima quota) con una pensione complessiva più favorevole rispetto a quella che si avrebbe nel caso della ricongiunzione e conseguente inserimento dei 6 mesi di servizio precedente il 1992.

La cosa mi pare paradossale.

A parer mio, essendo un pensione con sistema misto, per servizio inferiore a 18 anni al 1995, va calcolata matematicamente e giuridicamente ai sensi di legge, ora la tabella A della L. 965/65, che indica i coefficienti di valutazione per i servizi utili per la quota retributiva della pensione, inizia da 0,23865, per servizio uguale a zero mesi, e finisce a 1, per 480 mesi di servizio (40 anni), e quindi, per effetto del combinato disposto del regime misto e della L. 965/65, la pensione in questione deve presentare valorizzate tutte le quote, prima, seconda e terza.
enziano
 
Messaggi: 132
Iscritto il: 08/01/2015, 12:40

Re: Calcolo pensione sistema misto

Messaggioda ciprovoacapire » 07/12/2017, 17:20

Di nuovo sarò scemo io.. ma i servizi si valutano in base al periodo temporale in cui sono stati prestati.. giusto?
Per cui a mio modesto avviso i periodi post 31.12.1992 si valutano non in base alla L 965/65 ma in base al D.Lvo 503/92 come quelli post 95 si valutano in base alla 335/95...Ecco che chi è entrato post 96 si dice contributivo e gli altri misto, ma non ti far fregare dal nome, che di fatto dopo la Fornero non esistono più i retributivi ma son diventati tutti misti...perchè hanno il retributivo ed il misto. E', semplicemente, che la riforma Dini ha fatto salvo il metodo di calcolo pre 503 (se non ricordo male riforma Amato) stop.. Ma solo per chi aveva i famosi 18 anni, infatti il 503 del '92 faceva salvi nel calcolo chi aveva i 15 anni..se non ricordo male all'articolo 7...
Se no ti ripeto spiegami perché a me che sono entrato nel 2000 non si applica la quota "A".. forse la farò troppo semplice ma è così. Inutile girarci intorno.
Che venga più alto ci può essere pensa ad unio che ha fatto in carriera anche il dirigente... se si applica il misto magari quelle retribuzioni rientrano nel calcolo (chiaramente nella media) che magari nell'ultimi 10 anni non ha percepito.
ciprovoacapire
 
Messaggi: 308
Iscritto il: 04/09/2015, 13:14

Re: Calcolo pensione sistema misto

Messaggioda enziano » 07/12/2017, 19:11

Allora, questo tipo di calcolo non lo faccio io, ma lo fanno due programmi, pressocchè ufficiali, uno: Pensioni S7, fino all'anno scorso utilizzato dall'Inps ex Inpdap per le pensioni dei dipendenti pubblici (e qui stiamo parlando di enti locali), tra l'altro, per le pensioni definite con il nuovo sistema Passweb, dà gli stessi risultati della piattaforma Inps e un secondo programma (a pagamento) di una software house del settore e presumo testato.
enziano
 
Messaggi: 132
Iscritto il: 08/01/2015, 12:40

Re: Calcolo pensione sistema misto

Messaggioda Venezia2016 » 19/02/2018, 15:32

Scusate l'ignoranza, ma si può fare una previsione dell'importo della pensione con Passweb per una collega che è prossima al pensionamento? Ho visto che c'è l'applicazione "calcolo quota pensione" ma non l'ho mai usata. Anche perché qui in provincia di Venezia l'INPS non vuole l'inserimento dati ultimo miglio, ma bisogna inviare via pec la retribuzioni annualizzata per la quota A.
La mia domanda è, si possono compilare i dati dell'ultimo miglio solo per aver un calcolo della pensione e poi cancellarlo?
Venezia2016
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 17/12/2015, 13:18

Prossimo

Torna a PassWeb e Pa04

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Paolo Gros

Funzionario di un ente comunale. Tra gli ideatori e gestori del blog “Gli enti locali – Paolo Gros, Lucio Guerra e Marco Lombardi on web”.  Scarica CV >

Lucio Guerra

Responsabile Servizi Associati di una Unione Montana di Comuni. Tra i gestori e moderatori del forum “Gli enti locali – Paolo Gros, Lucio Guerra e Marco Lombardi on web”.  Scarica CV >

Marco Sigaudo

Opera nel settore della PA da oltre 15 anni, l’esperienza acquisita è confluita all’interno di Studio Sigaudo s.r.l. tramite la quale è in grado di offrire servizi ad ampio spettro all’Ente.  Scarica CV >