Aspettativa per periodo di prova presso altro ente

Aspettativa per periodo di prova presso altro ente

Messaggioda MarcoD » 31/08/2020, 10:08

Buongiorno
Una dipendente del nostro Comune, in servizio da oltre 10 anni, ha "comunicato" di essere stata chiamata da un Istituto Superiore scolastico a seguito di graduatoria di merito. Quindi tale dipendente ha partecipato a un concorso per direttore presso istituto scolastico superiore indetto dalla Regione. Ora essendo stata chiamata, lo ha "comunicato", chiedendo periodo di aspettativa ai sensi art. 20 CCNL 2000 che prevede il mantenimento del posto per il periodo di prova, presentando dimissioni con decorrenza immediata e rinunciando a periodo di preavviso.
Si chiede quali provvedimenti debba fare questo Comune essendo un comunicazione quella pervenuta e non una richiesta.
grazie
MarcoD
 
Messaggi: 47
Iscritto il: 14/01/2015, 0:31

Re: Aspettativa per periodo di prova presso altro ente

Messaggioda Ranger » 31/08/2020, 12:32

Trattasi di "manifestazione di opzione per rapporto di lavoro con altra amministrazione" (e non "dimissioni"), quindi non si applica il preavviso. Rif. art. 19, comma 6 + art. 20, comma 10 del CCNL Funzioni Locali, in combinato disposo con artt. 60 e ss. del DPR n. 3/1957 e art. 53 del D. Lgs. n. 165/2001.

Vedi caso analogo: Parere Uppa n.26/07
Ranger
 
Messaggi: 20
Iscritto il: 22/04/2020, 20:29

Re: Aspettativa per periodo di prova presso altro ente

Messaggioda MarcoD » 31/08/2020, 12:55

nel caso prospettato di diritto di mantenimento del posto per il periodo di prova (4 mesi) il Comune può nel frattempo assumere a tempo determinato ?
nel caso lo assumiamo "fino al termine del periodo di prova", e se il ns. dipendente decide di tornare prima?
MarcoD
 
Messaggi: 47
Iscritto il: 14/01/2015, 0:31

Re: Aspettativa per periodo di prova presso altro ente

Messaggioda Ranger » 03/09/2020, 9:11

Contratto a termine per ragioni sostitutive (simile a quello per la sostituzione di lavoratrice in maternità). Nel contratto va indicato il nominativo del sostituto e la clausola risolutiva espressa che il rapporto di lavoro cesserà in caso di rientro del titolare entro il termine dell'obbligo di conservazione del posto.

inserire anche una frase nella quale si afferma che il contratto, pur in assenza di un rientro, cesserà in ogni caso al raggiungimento dei 24 mesi, intesi anche in sommatoria con precedenti contratti a termine o in somministrazione, in quanto il superamento di tale soglia determinerebbe, ex lege, la trasformazione del rapporto a tempo indeterminato.
Ranger
 
Messaggi: 20
Iscritto il: 22/04/2020, 20:29


Torna a Personale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 6 ospiti

Paolo Gros

Esperienza come funzionario di un ente comunale. Tra gli ideatori e gestori del blog “Gli enti locali – Paolo Gros, Lucio Guerra e Marco Lombardi on web”.

Lucio Guerra

Responsabile Servizi Associati di una Unione Montana di Comuni. Tra i gestori e moderatori del forum “Gli enti locali – Paolo Gros, Lucio Guerra e Marco Lombardi on web”.

Marco Sigaudo

Opera nel settore della PA da oltre 15 anni, l’esperienza acquisita è confluita all’interno di Studio Sigaudo s.r.l., società che offre servizi ad ampio spettro all’Ente.