ROTAZIONE SOTTO 40.000 EURO

ROTAZIONE SOTTO 40.000 EURO

Messaggioda Rusciano Luciano » 27/10/2023, 11:04

Buongiorno. In generale, quando ci si trova davanti una determina di affidamento e impegno spesa , il resp finanziario deve prestare attenzione anche al rispetto o meno del principio di rotazione (anche per valori sotto i 40 mila euro), oppure si deve limitare a valutare la regolarità contabile dell'atto e la copertura finanziaria senza "sfociare" in altre valutazioni come appunto quelle che vertono sul rispetto o meno del principio della rotazione ? Scusate ma è un dubbio che mi è appena salito in mente. grazie
Rusciano Luciano
 
Messaggi: 698
Iscritto il: 08/09/2015, 9:11

Re: ROTAZIONE SOTTO 40.000 EURO

Messaggioda trombetta » 28/10/2023, 8:24

Come spesso enunciato in pronunce della Corte dei Conti, rimanendo il fatto che il servizio finanziario debba "supervisionare" il lavoro altrui e che sia fondamentale l'accuratezza dell'istruttoria, pur senza assumere una diretta responsabilità in ordine alla correttezza dei dati utilizzati per le predette valutazioni, dovrà verificare che il "titolare del procedimento" che ne assume la "responsabilità in ordine alla regolarità tecnica (quindi su tutti gli aspetti giuscontabili)" si sia fatto carico di compiere un esame metodologicamente accurato.
Questo non vuole dire che, il RSF può negare l'attestazione di copertura finanziaria e/o regolarità contabile, su un atto d'impegno, per questioni riguardanti il principio di rotazione (con le sue innumerevoli sfaccettature), dove per le ragioni sopra espresse, il titolare se ne assume la piena responsabilità.
Gli enti dovrebbero poi dotarsi, di struttura atta a valutare/vagliare, secondo quanto stabilito da disposizioni programmatorie analitiche, le procedure di "affidamento diretto" dei singoli servizi.
trombetta
 
Messaggi: 388
Iscritto il: 03/01/2015, 10:14

Re: ROTAZIONE SOTTO 40.000 EURO

Messaggioda Rusciano Luciano » 30/10/2023, 10:00

trombetta ha scritto:Come spesso enunciato in pronunce della Corte dei Conti, rimanendo il fatto che il servizio finanziario debba "supervisionare" il lavoro altrui e che sia fondamentale l'accuratezza dell'istruttoria, pur senza assumere una diretta responsabilità in ordine alla correttezza dei dati utilizzati per le predette valutazioni, dovrà verificare che il "titolare del procedimento" che ne assume la "responsabilità in ordine alla regolarità tecnica (quindi su tutti gli aspetti giuscontabili)" si sia fatto carico di compiere un esame metodologicamente accurato.
Questo non vuole dire che, il RSF può negare l'attestazione di copertura finanziaria e/o regolarità contabile, su un atto d'impegno, per questioni riguardanti il principio di rotazione (con le sue innumerevoli sfaccettature), dove per le ragioni sopra espresse, il titolare se ne assume la piena responsabilità.
Gli enti dovrebbero poi dotarsi, di struttura atta a valutare/vagliare, secondo quanto stabilito da disposizioni programmatorie analitiche, le procedure di "affidamento diretto" dei singoli servizi.


Buongiorno, quindi volendo sintetizzare possiamo dire che se il responsabile Pincopallo produce una determina di affidamento diretto e appone la sua firma, il RSF può opportunamente fare una valutazione anche extracontabile, ma ciò non cambia il fatto che la responsabilità del RSF non dovrebbe andare oltre questi aspetti, mentre il vero responsabile del mancato rispetto (o apparente mancato rispetto) del principio della rotazione rimane chi ha prodotto e firmato la determina di affidamento/impegno.
Rusciano Luciano
 
Messaggi: 698
Iscritto il: 08/09/2015, 9:11

Re: ROTAZIONE SOTTO 40.000 EURO

Messaggioda trombetta » 30/10/2023, 12:27

Esatto.
trombetta
 
Messaggi: 388
Iscritto il: 03/01/2015, 10:14

Re: ROTAZIONE SOTTO 40.000 EURO

Messaggioda Rusciano Luciano » 31/10/2023, 9:43

trombetta ha scritto:Esatto.

:D
Rusciano Luciano
 
Messaggi: 698
Iscritto il: 08/09/2015, 9:11


Torna a Finanziario

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Majestic-12 [Bot] e 64 ospiti

Paolo Gros

Esperienza come funzionario di un ente comunale. Tra gli ideatori e gestori del blog “Gli enti locali – Paolo Gros, Lucio Guerra e Marco Lombardi on web”.

Lucio Guerra

Responsabile Tributi e Informatica di una Unione di Comuni. Tra i gestori e moderatori del forum “Gli enti locali – Paolo Gros, Lucio Guerra e Marco Lombardi on web”.

Marco Sigaudo

Opera nel settore della PA da oltre 15 anni, l’esperienza acquisita è confluita all’interno di Studio Sigaudo s.r.l., società che offre servizi ad ampio spettro all’Ente.

cron