IMU - Requisiti di ruralità

IMU - Requisiti di ruralità

Messaggioda seggianese » 06/03/2018, 12:47

Una società agricola ha nel 2014 presentato regolare dichiarazione IMU per vari immobili tra cui n.4 A/2 che presentano l'annotazione "richiesta ruralità", noi in forza della norma che prevede che gli immobili di Ctg. A per essere strumentali dovrebbero essere utilizzati per ospitare personale che lavora in azienda per oltre 100 gg, abbiamo chiesto documentazione attestante l'utilizzo degli immobili a tal fine. E' corretta la nostra azione? Siamo venuti poi a conoscenza che uno dei 4 immobili è utilizzato quale domicilio dell'amministratore/dipendente dell'azienda ed uno come ufficio dell'azienda, anche se in Catg. A/2. Possiamo considerare esenti da IMU questi due fabbricati? Oppure sono da considerarsi tutti esenti in forza della richiesta di ruralità, anche se per alcuni mancano i requisiti????
seggianese
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 29/09/2016, 8:26

Re: IMU - Requisiti di ruralità

Messaggioda lucio guerra » 06/03/2018, 18:30

se hanno annotazione di ruralità sono tutti esenti

qualora non siano rispettati i requisiti di ruralità è necessario inviare segnalazione all'agenzia per la verifica della dichiarazione di parte
lucio guerra
Moderatore Forum Tutto PA
lucioguerrainfo@gmail.com
Avatar utente
lucio guerra
 
Messaggi: 4211
Iscritto il: 31/12/2014, 12:52
Località: Fratte Rosa

Re: IMU - Requisiti di ruralità

Messaggioda libvir » 06/03/2018, 19:25

Noi chiediamo la stessa documentazione che richiedi tu..a mio parere gli immobili di categoria A solo se rispettano quei requisiti possono essere considerati strumentali e quindi esenti... senno' sono rurali ad uso abitativo e quindi soggetti ad imposta, a meno che non siano abitazione principale.
libvir
 
Messaggi: 133
Iscritto il: 03/02/2015, 18:45

Re: IMU - Requisiti di ruralità

Messaggioda seggianese » 07/03/2018, 9:05

sulla visura compare la dicitura "richiesta ruralità"! Concordo che se riscontriamo la mancanza dei requisiti dobbiamo comunicarlo all'Agenzia del Territorio. Ma penso anche che quello utilizzato per abitazione dal dipendente/amministratore abbia tutti i requisiti x essere considerato esente. Il dubbio lo ho su quello utilizzato quale ufficio. Per altri due invece ho visto che hanno presentato ravvedimento e pagano IMU regolarmente. Consa ne pensate??
seggianese
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 29/09/2016, 8:26

Re: IMU - Requisiti di ruralità

Messaggioda AsproMonte » 07/03/2018, 10:00

Gli immobili di categoria A non possono essere strumentali all'attività agricola, sono immobili ad uso abitativo ed è la grande novità rispetto all'I.C.I., se ci abita con tanto di residenza l'imprenditore agricolo proprietario è abitazione principale, se ci abita il mezzadro è altro fabbricato ... solo per il 2013 c'era stata un'esenzione sugli abitativi agricoli (non ricordo se solo per l'acconto o solo per il saldo) ma era stata prevista con un provvedimento specifico (insieme alle esenzioni dei terreni condotti direttamente per intenderci) ;)
Dove finisce la logica inizia la ferrovia (e la contabilità armonizzata)!
Avatar utente
AsproMonte
 
Messaggi: 203
Iscritto il: 16/02/2018, 17:02

Re: IMU - Requisiti di ruralità

Messaggioda lucio guerra » 07/03/2018, 10:13

la richiesta di annotazione di ruralità quale immobile strumentale all'attività agricola è ammessa dall'agenzia, purtroppo, anche per gli immobili di categoria A

quindi condivido la perplessità come ho più vole scritto, ma non penso ci sia altra strada di inviare segnalazione all'agenzia portando le motivazioni dell'ente
lucio guerra
Moderatore Forum Tutto PA
lucioguerrainfo@gmail.com
Avatar utente
lucio guerra
 
Messaggi: 4211
Iscritto il: 31/12/2014, 12:52
Località: Fratte Rosa

Re: IMU - Requisiti di ruralità

Messaggioda Aimar » 09/03/2018, 9:35

La nota "ruralità richiesta" indica che Agenzia non ha fatto alcuna verifica sulla dichiarazione. Per esperienza con il mio ufficio provinciale di riferimento, loro non hanno nessun interesse alla verifica delle autocertificazioni di ruralità e non gradiscono le richieste dei comuni.

Inoltre bisogna valutare i pro e i contro della richiesta di verifica all'Agenzia!
In un caso di assoluta carenza dei requisiti (almeno per noi), mi sono sentito rispondere che dal docfa il fabbricato sembrava rispettare i requisiti, e quindi se avessimo insistito nella richiesta di verifica, loro avrebbero confermato la ruralità.

Se l'annotazione passa da "ruralità richiesta" a "ruralità accertata" poi la vedo dura a sostenere l'accertamento...
Aimar
 
Messaggi: 29
Iscritto il: 01/03/2018, 12:58


Torna a Tributi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Paolo Gros

Funzionario di un ente comunale. Tra gli ideatori e gestori del blog “Gli enti locali – Paolo Gros, Lucio Guerra e Marco Lombardi on web”.  Scarica CV >

Lucio Guerra

Responsabile Servizi Associati di una Unione Montana di Comuni. Tra i gestori e moderatori del forum “Gli enti locali – Paolo Gros, Lucio Guerra e Marco Lombardi on web”.  Scarica CV >

Marco Sigaudo

Opera nel settore della PA da oltre 15 anni, l’esperienza acquisita è confluita all’interno di Studio Sigaudo s.r.l. tramite la quale è in grado di offrire servizi ad ampio spettro all’Ente.  Scarica CV >

cron