Cognome della moglie

Cognome della moglie

Messaggioda AsproMonte » 04/09/2019, 12:20

Ieri curiosando per svago mi sono imbattuto in questo articolo del codice civile:

Art. 143-bis Cognome della moglie.
La moglie aggiunge al proprio cognome quello del marito e lo conserva durante lo stato vedovile, fino a che passi a nuove nozze.

Mi confermate che è ancora in vigore? In realtà questa norma non mi pare sia molto applicata dagli uffici anagrafe visto che nei documenti non mi sono mai imbattuto in doppi cognomi per le donne sposate o vedove (al massimo usciva nello spazio dello stato civile, quando veniva compilato, "coniugata xxx" o "vedova xxx") :?
Dove finisce la logica inizia la ferrovia (e la contabilità armonizzata)!
Avatar utente
AsproMonte
 
Messaggi: 1085
Iscritto il: 16/02/2018, 17:02

Re: Cognome della moglie

Messaggioda onda_blu » 30/09/2019, 15:32

L'articolo 143-bis CC è stato introdotto dall'art.25 della legge 51/75: Riforma del diritto di famiglia.
Sono nel tempo uscite però delle interpretazioni e indicazioni:

Sentenza della Corte di Cassazione del 13 luglio 1961:
<<l’art. 143 bis del codice civile va interpretato nel senso che la moglie ha il diritto, non l’obbligo, di aggiungere il cognome del marito al proprio>>.

Successivo (e tuttora applicato) parere n. 1746/97 del 10 dicembre 1997 del Consiglio di Stato:
<<ai fini dell’identificazione della persona vale esclusivamente il cognome da nubile.>>

Inoltre la circolare del Ministro degli Esteri n. 2 del 6 marzo 1998, parla dei passaporti e dice:
<<L’apposizione del cognome del marito nel passaporto della donna sposata deve intendersi essere facoltativa. Essa è quindi effettuata a richiesta dell’interessata, la quale, comunque, dovrà essere informata dall’operatore della possibilità di avvalersi di tale facoltà. Invero, l’art. 143 bis del codice civile, il quale prevede che “la moglie aggiunge al proprio cognome quello del marito e lo conserva durante lo stato vedovile, fino a che passi a nuove nozze”, va inteso nel senso che è attribuita alla moglie la facoltà di aggiungere al proprio cognome quello del marito. Esiste, in proposito, un consolidato orientamento dottrinale e giurisprudenziale per il quale l’aggiunta del nome del marito ha carattere di mera facoltà, in applicazione del principio costituzionale della parità tra i coniugi.>>
onda_blu
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 26/03/2019, 11:44

Re: Cognome della moglie

Messaggioda onda_blu » 01/10/2019, 8:58

Aggiungo (perché la stavo leggendo ora) che anche per le unioni civili, dove può essere scelto un cognome comune, non è previsto che vengano effettuate variazioni anagrafiche
(cfr Circolare del Ministero dell'Interno n.5 del 28/05/2019)
onda_blu
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 26/03/2019, 11:44

Re: Cognome della moglie

Messaggioda AsproMonte » 07/10/2019, 11:21

Grazie del chiarimento che ha sciolto tutti i miei dubbi (che erano più una curiosità ma mi interessava capire come era gestita realmente la cosa) ;)
Dove finisce la logica inizia la ferrovia (e la contabilità armonizzata)!
Avatar utente
AsproMonte
 
Messaggi: 1085
Iscritto il: 16/02/2018, 17:02


Torna a Servizi demografici

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Paolo Gros

Funzionario di un ente comunale. Tra gli ideatori e gestori del blog “Gli enti locali – Paolo Gros, Lucio Guerra e Marco Lombardi on web”.  Scarica CV >

Lucio Guerra

Responsabile Servizi Associati di una Unione Montana di Comuni. Tra i gestori e moderatori del forum “Gli enti locali – Paolo Gros, Lucio Guerra e Marco Lombardi on web”.  Scarica CV >

Marco Sigaudo

Opera nel settore della PA da oltre 15 anni, l’esperienza acquisita è confluita all’interno di Studio Sigaudo s.r.l. tramite la quale è in grado di offrire servizi ad ampio spettro all’Ente.  Scarica CV >